Il rito del bramito, che passione…

Il rito del bramito, che passione…

Sarò anche un’inguaribile romantica, ma l’idea del corteggiamento mi affascina da morire. Negli angoli più nascosti del Trentino, fra boschi radure e praterie, nel primo autunno riecheggia il rito del bramito, perché il cervo, il re della montagna, prima del letargo invernale cerca di conquistare le femmine del branco. Fino a metà ottobre, gli animali che di solito sono solitari, si muovono, si inseguono, si sfidano per la “danza” dai suoni potenti che il bosco tende ad amplificare, proprio come una cassa di risonanza su scala monumentale. Uno spettacolo della natura che non sono ancora riuscita a vedere, anche se prima o poi ce la farò.

Se siete amanti della montagna, e del paesaggio autunnale, questo è il momento buono per una passeggiata in cui ammirare il foliage, ovvero i mille colori verso i quali virano gli alberi, che si preparano alla stagione fredda. Ma se vi piace l’idea di osservare gli animali nel loro habitat naturale, o siete inguaribili romantici, come me, prendete nota: nel Parco dello Stelvio e di Pavaneggio – Pale di San Martino, il 2 e 3 ottobre organizzano escursioni a partire dalle 18.30, per permettervi di seguire i cervi senza disturbarli, camminando nell’oscurità lungo sentieri che tagliano paesaggi incontaminati. Info sul rito del bramito e sugli altri appuntamenti autunnali: www.visittrentino.info

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *