Che incubo la sveglia, vero?

Che incubo la sveglia, vero?

Oddio, suona? No, lo sto sognando. Perché sento un trillo ovattato, fluttuante. E invece sì, che suona. E anche da un po’. Ma io sono dura d’orecchio. Come sempre, del resto. Lo ero anche da piccola. E ho un risveglio lento, appannato, faticoso. Apro gli occhi, o meglio, li socchiudo. Mi devo proprio alzare. Che incubo la sveglia. Abbandono controvoglia il calduccio delle lenzuola e via, verso il primo caffè: per uscire e portare a scuola mia figlia me ne servono almeno tre. E non sono più abituata a certi ritmi: durante le vacanze, dei figli, ovviamente, mi alzavo da sola, secondo i miei impegni, senza dovermi trascinare la truppa; e nei mesi precedenti, in Dad (didattica a distanza) l’unico vantaggio era il non doversi preparare per uscire di casa.

Perseo, il mio cucciolotto meticcio, nero e bello come il sole, si mette a saltellare festoso non appena poso un piede fuori dal letto. E mi segue in bagno. Zorrina, la micia, mi si struscia attorno alle gambe, perché ha fame. Le do da mangiare e prendo i vestiti di Ettore, che va svegliato per primo perché è come me. Lo chiamo, non mi sente. Lo richiamo due o tre volte e sorride nel sonno. Va be’, visto che dorme gli do una mano. Poi aspetta la colazione steso con il Muso, cioè il gatto che è la sua ombra. Ora tocca a Clara, che brontola appena la sfiori. E quindi la chiamo principessa e le faccio l’elenco delle cose da mangiare, fra un “uffa mai niente di nuovo” e un “guarda che oggi non mi pettino”. Mentre mangiano rifaccio i letti, mi vesto a tappe, metto almeno il contorno occhi e la crema giorno. Li avviso che mancano dieci minuti all’uscita, poi cinque, e bisogna mettersi le scarpe, poi due. Che incubo, la sveglia. Non riesco a truccarmi. E nemmeno a mangiare. Cosa faccio? Dai, è ora di andare.

La mamma

Confermo, cara. In effetti, svegliarsi la mattina è una faticaccia. Con tutta la tribù di due e quattro zampe, poi…

La scialla

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *