NON TROVO PIÙ NIENTE. ODDIO, CHE DISASTRO…

NON TROVO PIÙ NIENTE. ODDIO, CHE DISASTRO…

Mi succede con occhiali, cellulare, chiavi e adesso anche mascherina. Cosa? Di perderli, più e più volte al giorno. Li appoggio da qualche parte, perché immersa nei miei pensieri o richiamata di continuo dai figli in Dad, cioè didattica a distanza, che mi fanno distrarre, come se non lo fossi già abbastanza di mio. Poi, quando mi serve qualcosa, non trovo più niente.

SOS: COM’ERO VESTITA NELL’ULTIMA USCITA?

Mi dimentico il telefonino ma non lo posso chiamare dal fisso perché è in “silenzioso“. Mi dimentico i fanali, di solito appoggiati vicino al cellulare, così non riesco a rintracciare né i primi né il secondo. Le chiavi, qualche volta, anziché essere nel portachiavi sono in una delle borsette, così, per capire in quale, devo ricostruire il modo in cui ero vestita l’ultima volta che sono uscita. Per la mascherina devo compiere la stessa operazione, visto che ne ho diverse in stoffa, tutte rigorosamente con il filtro interno, che abbino di volta in volta.

CHE DISASTRO…

Quindi? Quando non trovo quello che cerco mi agito, mi innervosisco, vorrei dare la colpa a chiunque, tanto per scaricarla. Perché è sgradevole trovarsi nel limbo del “non trovo più”: senti vacillare i tuoi punti di riferimento, ti senti girare a vuoto, come se la testa fosse inceppata. Allora inizio a pontificare con me stessa, dicendomi che devo stare tranquilla, perché capita a tutti, mi succedeva anche da ragazza e la faccenda si aggrava quando cerco di mettere ordine e poi, appunto, non so più con che criterio ho riordinato. Osservazioni originali, vero? In effetti…

GLI UOMINI E LE LORO SOLUZIONI PER VECCHIE

Mio marito, che è pratico, mi aveva preso una catenella per gli occhiali, ma quando l’ho vista sono inorridita e gli ho detto a brutto muso che non sono una vecchia e non la volevo; quindi, adesso, se mi capita di chiedergli aiuto nella ricerca degli oggetti perduti, mi dice che lui la soluzione l’aveva trovata e mi devo arrangiare. E i figli? Quando parto con il “non trovo più” volgono gli occhi al cielo, ma almeno fanno un tentativo di darmi una mano…

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *