ESSERE BELLA? CHE FATICA…

ESSERE BELLA? CHE FATICA…

Prendersi cura della propria personcina è complicato, diciamoci la verità. E per essere bella, a volte, finisci per fare qualcosa di ridicolo. Come mostrarti, senza probelmi, con i becchi d’oca in testa.

NIENTE TOUPET, PER ORA

Oddio, non sono ancora arrivata a pezzi “aggiunti” come extension, toupet o unghie applicate, che, a dirla tutta, mi danno tanto il senso del posticcio. E che avrei paura di perdere fisicamente da qulche parte, anche perchè sono distratta, pasticciona, smemorata. No, per aver cura di me stessa, insomma per essere bella, o almeno provarci, faccio cose molto più banali.

IL DETTO DELLA NONNA, CHE RABBIA…

Ma quante volte mi viene in mente il detto che da bambina mi faceva stizzire “chi bella vuole apparire un po’ di male deve soffrire”? Perché, parliamoci chiaro, depilare i baffetti è un attimo, ma che attimo, cavoli, te lo raccomando. E quando ti fai regolare le sopracciglia, starnutendo dieci volte al minuto, con il fastidio incipiente di solito provocato dal raffreddore allergico? E vogliamo parlare delle gambe? Io da tempo ho rinunciato alla depilazione: non che sia diventata la sorella della scimmia di Tarzan, per carità, ma mi faceva davvero troppo male; quindi ricorro da anni a metodi alternativi.

MASCHERE, BECCHI D’OCA E… AUTOIRONIA

Altri rituali ridicoli per tentare di essere bella? Bè, le varie maschere, da quella seboriequilibrante, alla classica argilla purificante a quella drenante per il contorno occhi. Che io faccio quando ho tempo, quindi, anche se mi capita qualcuno in casa, non ho problemi a farmi vedere in condizioni da pubblicità. Poi i capelli, i miei amati e adorati capelli. Ho fatto, e nonsolo una volta, un viaggio di due ore, in macchina per Milano, con i becchi d’oca in testa: in vista di un appuntamento importante volevo essere “in ordine”, come dicevano le nonne, perciò meglio se la posa rimane a lungo. E nel frattempo? Ho provato a mettere un foulard, ma mi faceva troppo talebana, no, non mi ci vedevo per nulla, quindi mi sono detta: “meglio fare la disinvolta, gli altri nemmeno ci badano. E se ci badano cavoli loro!”. Oddio, non so se abbia funzionato, ma quando mi serviva, la mia piega era perfetta! Mi hanno addirittura chiamato “signorina”

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *