DUE PASSI NEL BELLO, FRA ARTE E NATURA

DUE PASSI NEL BELLO, FRA ARTE E NATURA

Ricaricare le pile con una camminata? Spero di farlo presto con i trekking d’arte, che si snodano fra gallerie a cielo aperto, con installazioni monumentali collocate fra i vigneti, lungo i sentieri dei boschi, in riva al mare. Provate a seguirmi, dai, per fare due passi davvero particolari!

NEL BOSCO DEL TRENTINO
Il nostro viaggio parte da uno scorcio fuori dal tempo, con Arte Sella, il parco che punteggia il fianco meridionale del monte Armentera, in Val di Sella. Per tre chilometri si fondono con la natura opere pensate per l’ambiente e costruite solo con materiali del bosco come pietra, legno, foglie, rami: sono sculture destinate a vivere con la montagna, che con il tempo le trasforma, facendole sue. Fra le chicche la Cattedrale vegetale di Giuliano Mauri, tre navate scandite da 80 colonne di rami intrecciati. www.artesella.it

LUNGO LE VIGNE DELLA VAL D’ORCIA
Lo scenario cambia in Toscana, dove alle sculture fanno da sfondo le viti delle colline senesi. Qui Donatella Cinelli Colombini, al timone del Casato Prime Donne, ha fatto dei suoi vigneti di Brunello, nel cuore della Val d’Orcia, un percorso straordinario per due passi nel bello. Con opere di artisti e orafi toscani che punteggiano un lembo di Patrimonio dell’umanità. www.cinellicolombini.it.

ARTE, NATURA, EFFETTI SONORI

Sempre in zona, a una manciata di chilometri da Siena, c’è il Parco di sculture del Chianti, tredici ettari con opere site specific che si intrecciano a querce, lecci, castagni. Le installazioni sono fatte in ferro, bronzo, granito, e ancora in marmo, acciaio, vetro e neon. E non è tutto, perché nel chilometro di itinerario si incrociano anche effetti sonori. www.chiantisculpturepark.it

UN SALOTTO BUONO IN CALABRIA

In un’oasi verde, attrezzata nel cuore di Catanzaro dal 2005, figurano sculture e installazioni di Gormley, Balkenhol, Oppenheim, Pistoletto, Paladino, solo per ricordare qualche nome dei due passi nel bello. E questo “polmone” è diventato un salotto buono per ragazzi e famiglie, anche grazie all’area con gli animali, all’anfiteatro per gli spettacoli, alla zona ristorazione. www.scolacium.it

L’INTUIZIONE SICILIANA

Conta qualche anno in più la Fiumara d’arte di Castel di Tusa, vicino a Cefalù, una sorta di galleria a cielo aperto con un mare cristallino all’orizzonte, che segue il corso di un antico fiume. Inaugurato nel 1982 grazie all’intervento dell’imprenditore Antonio Presti, questo percorso di sculture cresce negli anni, non senza polemiche, con pezzi firmati da artisti del calibro di Pietro Consagra, Tano Festa, Italo Lanfredini, Mauro Staccioli che ha creato ad hoc la sua piramide 38° parallelo. E per chi vuol fare una full immersione nel bello, dormendo e svegliandosi fra dipinti e sculture, all’inizio della passeggiata c’è L’atelier sul mare, un albergo museo con stanze tutte diverse.

www.ateliersulmare.it

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *