A TUTTO DANTE, FINALMENTE!

A TUTTO DANTE, FINALMENTE!

Certo non è una novità, che quest’anno cadano i 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta. Ma è anche vero che tante fra le iniziative in calendario per celebrare il settimo centenario sono state sospese per mesi e hanno appena ripreso. O stanno per ripartire solo ora. E io, che vorrei godermele tutte, stilo di seguito una sorta di calendario “A tutto Dante”, con mostre per tutti i gusti.

DANTE E I SUOI RACCONTI PER IMMAGINI

A Ravenna è stata inaugurata da pochi giorni Dante. Gli occhi e la mente. Le arti al tempo dell’esilio, in programma fino al 4 luglio, con opere di artisti come Giotto, Cimabue, Nicola Pisano, Arnolfo di Cambio, che restituiscono il clima figurativo in cui ha vissuto l’autore della Commedia: trovo che la rassegna sia interessante, perché fa luce sul ruolo che una cultura visiva particolarmente ricca ha avuto nell’opera di un narratore che ha la straordinaria capacità di raccontare per immagini. www.mar.ra.it

IL PARALLELO CON NAPOLEONE E ALTRE STORIE

A Palazzo Tosio di Brescia fino al 15 dicembre va in scena Dante e Napoleone, che con 80 pezzi accosta i due personaggi, fondamentali nel creare un’identità nazionale. Dipinti, disegni, stampe, sculture, medaglie, provenienti da collezioni pubbliche o private, propongono un parallelo fra il poeta e Bonaparte, scomparso due secoli fa. Ai Musei di San Domenico di Forlì fino all’11 luglio è allestita Dante. La visione dell’arte, ovvero la figura del Sommo vista dagli artisti più importanti nel corso dei secoli. A Firenze il Bargello propone dall’11 maggio all’8 agosto Onorevole e antico cittadino di Firenze, mentre il Complesso di Santa Croce dal 14 settembre al 10 gennaio ’22 ospiterà Il poeta eterno nel segno delle digital humanities, un progetto in cui si fondono cultura umanistica e linguaggi digitali. E la Regione Lazio ha in programma fino a fine anno appuntamenti, performance, convegni nell’ambito di A riveder le stelle.

Foto: particolare di Nerio, Resurrezione di Cristo, da Graduale, Fondazione Giorgio Cini onlus

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *