ACCONCIATURA NUOVA: CHI SE NE ACCORGE?

ACCONCIATURA NUOVA: CHI SE NE ACCORGE?

Non è la prima volta che lo dico: chi mi conosce sa che sono fissata con le mie chiome. Vado dalla parrucchiera tutte le settimane e ci sono sempre andata, anche con i figli neonati. E’ l’unico sfizio a cui non ho mai rinunciato. E durante il lockdown duro mi sono sempre fatta la tinta, da sola, con regolarità. Così, ieri sono andata a ritoccare il colore e quando Lara, con cui nel frattempo sono diventata amica, mi ha chiesto come volessi la piega, ho risposto che non volevo né il riccio né il liscio e nemmeno il mosso. Quindi? Acconciatura nuova, dai proviamo!

CHIOME ACCONCIATE MA NATURALI

Detto, fatto! Sono stata accontentata con un delle morbide trecce che sul dietro si incrociano fra loro, lasciando poi ricadere dei boccoli altrettanto morbidi. Devo dire che quando mi sono specchiata, modestamente mi sono piaciuta, ma una volta a casa, che soddisfazione…

LA REAZIONE DEGLI UOMINI DI CASA? NULLA

Il consorte non si è accorto di nulla, zero assoluto: eppure il volume è molto diverso dal solito, perché con i capelli al naturale sembro un leone, o meglio una leonessa con la criniera. Il figlio? Idem, come sopra. Mi ha guardato con il sopracciglio impercettibilmente levato, forse a cercare qualcosa che non lo convinceva, ma mi ha chiesto solo del pranzo. Acconciatura nuova o no, gli uomini di casa non fanno una piega, scusate il gioco di parole.

LA FIGLIA, INVECE

Avevo perso la speranza che qualcuno mi notasse, quando sono uscita per andare a scuola a prendere mia figlia, tredicenne: venendomi incontro mi ha detto che fra le altre mamme non mi ritrovava a colpo d’occhio perché non avevo la solita testona, quindi mi ha squadrato per bene, concludendo che la nuova acconciatura mi dona molto. Eh, le femmine, che gioie ti regalano!

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *