UFFA, IL CALDO NO….

UFFA, IL CALDO NO….

Beh, ad essere sincera, quando gli altri parlano di volere finalmente il caldo, io vado via “schiscia”, perché, mentre tutti si lamentano della pioggia, fanno battute sullo stare in un Paese che sembra diventato come il Regno Unito, io sto proprio bene con il fresco. Soffro di pressione molto bassa, quindi il freschino per me è un toccasana. Idem per mio figlio, che è allergico a un sacco di pollini e in primavera quando fiorisce la qualunque, deve prendere per forza qualche antistaminico.

Certo capisco che la mancanza di sole a qualcuno porti fastidi, disagi, problemi. Ma io, appunto, sto proprio bene senza: alterno maglioncini, giubbini, mantelle, jeans, camicette a maniche lunghe. Tutto sommato quando fa freddo ci si può coprire no? Con il caldo invece cosa puoi fare, mica ti puoi togliere la pelle! Comunque, per la stagione delle ascelle pezzate e dei rivoletti di sudore, mi sono organizzata: ho già fatto lavare i filtri dei condizionatori, così nel caso posso mantenere fresca la mia casetta, sperando di non svenire per il caro bollette. Unico neo? Ho ancora in giro maglioni, giubbotti, cappelli da pioggia. E il cambio degli armadi è lì, che mi aspetta al varco, con il sopracciglio alzato come una suocera. Oddio che disastro, con il caldo all’improvviso!

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *